Questo sito fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso di tali cookie. Leggi la nostra privacy policy
Loading...

Chi siamo

Orlando è un’associazione femminista di promozione sociale fondata nel 1982.

Si impegna sul terreno della solidarietà sociale, della lotta all’esclusione, alla diseguaglianza, alla marginalizzazione digitale e alla violenza contro le donne. E’ attenta alle relazioni tra donne migranti e native e agli scambi e aiuti transnazionali.

All’interno del Centro delle Donne, Orlando gestisce la Biblioteca Italiana delle Donne e l’Archivio di Storia delle Donne, con l’obiettivo di generare, promuovere e trasmettere elaborazione culturale e pratica politica di donne.

La sua governance è composta da:

Assemblea delle Socie

Le socie si riuniscono una volta al mese (può variare) per confrontarsi e deliberare insieme sulle varie attività dell’associazione e la gestione del Centro delle Donne.

Consiglio delle Responsabili

E’ composto da 5 componenti elette dall’Assemblea delle Socie. Esse durano in carica 3 anni e sono rieleggibili consecutivamente una sola volta. L’attuale Consiglio delle Responsabili è stato eletto nell’assemblea del 13 ottobre 2016.

Giulia Sudano | Presidente dell’Associazione Orlando.

Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Bologna. E’ stata tutor del corso “Storia ed istituzioni dei paesi del Mediterraneo” presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna. Ha collaborato con: Radio Città del Capo, “Abjad” – Radio Radicale, Medarabnews e Arab Media Report. Dopo aver conseguito un Master in Comunicazione, raccolta fondi e campaigning, lavora dal 2013 a Bologna presso la Fondazione OPIMM Onlus come referente Sviluppo e comunicazione.
E’ stata  fondatrice e presidente dal 2010 al 2017 dell’Associazione Candidamente che promuove la cittadinanza attiva dei giovani a Bologna e fa parte del direttivo dell’associazione MEMO – Mediterraneo Medio Oriente di Bologna.

Leda Guidi

Professoressa a contratto in “Teoria e tecniche della Comunicazione pubblica” e cofounder della Rete Civica Iperbole, fino al 2015 dirigente dell’Agenda Digitale del Comune di Bologna e del progetto Iperbole2020. Attività giornalistica, formativa, consulenziale e di progettazione europea. Relatrice a seminari e conferenze su partecipazione on line e uso pubblico/comunitario delle ICT al MIT MEDIALAB, all’OECD, all’IPTS, in altre sedi della Commissione europea e in diversi contesti accademici, NGO, fondazioni e enti di ricerca internazionali. Pubblicazioni e papers su comunicazione pubblica, new media, open-gov, internet per l’inclusione, l’innovazione sociale e il community networking. Membro del Direttivo dell’Associazione italiana per la Comunicazione Pubblica e Istituzionale e del Consiglio delle responsabili dell’Associazione Orlando. Temi attuali di approfondimento: le ICT per comunità intelligenti e “gender balanced”, i diritti digitali e i beni comuni.

Marinella Manicardi

Attrice, regista. Laurea in Storia del teatro a Bologna, città dove vive e debutta diretta da Luigi Gozzi, suo compagno di arte e di vita, con lui ha condiviso la direzione artistica del Teatro delle Moline. Teatro, molta radio, laboratori e seminari, interventi in riviste e libri. La sua attività è stata recensita costantemente dalla stampa nazionale e in saggi sull’arte dell’attore. Gli ultimi spettacoli per Arena del Sole, teatro stabile di Bologna. Bibliografia minima Le mie cose, Raffaella Malaguti, Bruno Mondadori, Storia di V, Catherine Blackledge, il Saggiatore, Il sugo della vita, Piero Camporesi, Garzanti Le brutte parole, Nora Galli de’Paratesi, Giappichelli Avventure del corpo, Paolo Sorcinelli, Bruno Mondadori Bruno Bettelheim, Ferite simboliche, Bompiani Il pensiero selvaggio, Claude Levi-Strauss, Il saggiatore L’immagine aperta, Georges Didi-Huberman, Bruno Mondadori

Raffaella Lamberti | Presidente fondatrice  (invitata permanente).

A partire dagli anni Settanta  dà vita al primo nucleo di quella che diventerà l’Associazione Orlando. Da allora ad oggi non ha mai abbandonato l’impresa che caratterizza la vita associativa: “la costruzione di un’istituzione pubblica dedicata alla produzione culturale e all’attività politica delle donne, gestita in autonomia”.  Attiva nell’ambito della riflessione teorica femminista, nello sviluppo di una politica internazionale di genere e nelle pratiche politiche partecipative. Del Centro delle donne di Bologna è stata coordinatrice prima di divenire co/presidente e rappresentante legale dell’Ass.”Orlando” fino al luglio 2006. Dall’anno accademico 2005/2006 cura il corso transdisciplinare “Etica e politica nella prospettiva degli studi di genere” in collaborazione con l’Università di Bologna.

Tesoriera

Milena Schiavina

Milena Schiavina è nata nel 1950 a Castello D’Argile, da una famiglia di braccianti antifascisti che, una volta trasferitisi in città, si impiegarono come operai nelle fabbriche bolognesi. Negli anni Settanta, Milena fu impegnata nel movimento femminista, prendendo parte all’esperienza del Coordinamento Donne della Cgil e alle grandi battaglie per il divorzio, l’aborto, il diritto alla salute. Alla fine degli anni Novanta, conseguì la laurea in Scienze politiche presso l’Università di Bologna, approfondendo l’esperienza dei coordinamenti femminili della Cgil negli anni Ottanta. Dal 2009 ha proseguito la sua attività come Responsabile dello Sportello Donna Cgil, attivo contro le molestie sessuali, per la tutela della maternità e del diritto al lavoro.

Gruppi interni

I gruppi di approfondimento per unire teoria e iniziativa politica (femminista) sono:

Teorie e pratiche politiche nella mondialità | referente Rita Alicchio: ritaalicchio@alice.it

Scuola e formazione  | referente Samanta Picciaiola: codadisirena@gmail.com

I gruppi sono aperti, se volete partecipare contattate la persona referente.

La Newsletter

Iscriviti alla newsletter compilando il modulo qui sotto per essere informat* su attività, progetti, collaborazioni e iniziative promosse dall’Associazione Orlando e dal Centro delle Donne di Bologna/Biblioteca Italiana delle Donne/Archivio di Storia delle Donne.

Riceverai un’email con la quale potrai dare conferma dell’iscrizione.

Inviando il modulo si accetta il trattamento dei dati personali ai sensi del regolamento UE 2016/679 GDPR – General Data Protection Regulation. Le informazioni personali richieste non saranno in alcun caso pubblicate, comunicate o cedute a terzi, ma saranno utilizzate unicamente per permettere l’invio della newsletter e per fini statistici. Per ulteriori informazioni consulta l’informativa sulla privacy